Bloguerilla

Condividi contenuti
Aggiornato: 41 min 48 sec fa

Gli omini LEGO si ribellano all’accordo con Shell, l’invasione a mattoncini di Greenpeace

Mer, 02/07/2014 - 15:04

Da ieri in tutto il mondo sono in corso piccole quanto potenti proteste!
Gli omini LEGO sono scesi nelle principali piazze europee dopo aver scoperto che la loro azienda si è coalizzata con Shell, pericoloso gigante del petrolio che sta trivellando l’Artico.

"Shell ha stipulato con Lego un contratto pubblicitario a livello internazionale. Questo contratto- spiega l’associazione ambientalista- fa parte di una strategia di marketing accurata per ‘comperare’ amici che possano associare la compagnia petrolifera a valori positivi e rendere più accettabili i suoi piani di trivellazione nell’Artico".

Lego, infatti, "ha messo il marchio Shell su alcuni dei suoi giocattoli. Così facendo, consente alla compagnia petrolifera di costruire un forte vincolo di fedeltà con milioni di bambini: la nuova generazione di consumatori", conclude Greenpeace.

addthis_url = 'http%3A%2F%2Fwww.bloguerrilla.it%2F2014%2F07%2F02%2Fgli-omini-lego-si-ribellano-allaccordo-con-shell-linvasione-a-mattoncini-di-greenpeace%2F'; addthis_title = 'Gli+omini+LEGO+si+ribellano+all%27accordo+con+Shell%2C+l%27invasione+a+mattoncini+di+Greenpeace'; addthis_pub = '';
Categorie: esterni

Cosa succede quando usi il cellulare alla guida?

Mar, 24/06/2014 - 13:15

In un cinema di Hong Kong gli spettatori sono diventate vittime inconsapevoli di una campagna Volkswagen, volta a sensibilizzare le persone alla guida sulle gravi conseguenze derivate dall’utilizzo del cellulare.

Prima dell’inizio del film è stato proiettato un video ripreso dalla soggettiva di un guidatore che percorre una strada di campagna, nel frattempo dietro le quinte una persona sta per inviare un sms a tutti i presenti in sala che quasi in contemporanea prendono il cellulare dalla tasca e leggono il messaggio, proprio in quel momento il protagonista del video perde il controllo della sua auto.

"Mobile use is now the leading cause of death behind the wheel."

addthis_url = 'http%3A%2F%2Fwww.bloguerrilla.it%2F2014%2F06%2F24%2Fcosa-succede-quando-usi-il-cellulare-alla-guida%2F'; addthis_title = 'Cosa+succede+quando+usi+il+cellulare+alla+guida%3F'; addthis_pub = '';
Categorie: esterni

Amref: gli italiani "diventano" africani per un giorno

Mer, 18/06/2014 - 16:35

Ogni giorno nei villaggi rurali dell’Africa, un africano si sveglia sapendo che dovrà camminare fino a 20km per trovare un pozzo di acqua pulita.

Amref (African Medical and Research Foundation) lo sa bene e per far provare la stessa esperienza agli italiani ha realizzato un’attività all’interno della stazione di Ottaviano San Pietro a Roma.

Sono stati posizionati due distributori di bevande a alcuni metri di distanza l’uno dall’altro, uno contiene bottiglie di acqua ma senza acqua all’interno e un messaggio sull’etichetta esterna: "per avere la bottiglia piena gira a destra vai al distributore in fondo e digita il codice 227".

L’altro distributore contiene invece bottiglie piene di acqua e un altro messaggio sull’etichetta esterna: "Ogni giorno migliaia di africani devono camminare molto di più per procurarsi l’acqua. Aiuta Amref a portare acqua pulita e sicura nei villaggi”.

addthis_url = 'http%3A%2F%2Fwww.bloguerrilla.it%2F2014%2F06%2F18%2Famref-gli-italiani-diventano-africani-per-un-giorno%2F'; addthis_title = 'Amref%3A+gli+italiani+%26quot%3Bdiventano%26quot%3B+africani+per+un+giorno'; addthis_pub = '';
Categorie: esterni

"Ilva Magique": la provocazione artistica di Pep Marchegiani

Lun, 16/06/2014 - 11:37

Finalmente è arrivato l’alberello salva Taranto, è l’Ilva Magique, l’ultima invenzione dell’artista pescarese Pep Marchegiani arriva dritta al cuore del complesso industriale più inquinante d’Italia: l’Ilva di Taranto.

Il deodorante per macchine è stato così trasformato in un mezzo albero impiccato alle reti dell’Ilva, una dimostrazione che ha la volontà di rispondere al dramma dell’inquinamento e dei cattivi odori ad esso legato.

L’“Ilva Magique” è l’ultima creazione artistica di Pep Marchegiani. Gli alberelli profumati al gusto di fragola, di mandorla, di platano e di ravanello, alcuni dei quali in versione gigante, campeggiano per le aree e le strade nei pressi dello stabilimento siderurgico Ilva.

Ecco il commento dell’artista: "Sembra finalmente che sia stata trovata la soluzione almeno all’annoso problema dei cattivi odori nella città dei due mari, se non fosse che quello degli odori è solo l’ultimo degli effetti di un inquinamento senza pari. Il progetto per “salvare” il capoluogo jonico non arriva né dalla politica né il frutto della tecnologia, ma dall’arte. Taranto è salva e la sconfitta dei cattivi odori emanati dall’industria è un successo senza precedenti. A guardare quegli ‘Ilva Magique’ di tutti i gusti verrebbe da sorridere, se non fosse che ci troviamo davanti ad una immane tragedia, mentre i cittadini muoiono ed il mondo osserva l’Italia sbigottito".

addthis_url = 'http%3A%2F%2Fwww.bloguerrilla.it%2F2014%2F06%2F16%2Filva-magique-la-provocazione-artistica-di-pep-marchegiani%2F'; addthis_title = '%26quot%3BIlva+Magique%26quot%3B%3A+la+provocazione+artistica+di+Pep+Marchegiani'; addthis_pub = '';
Categorie: esterni

Tokyo: quando un bar trasforma gli ubriachi in testimonial della sua una campagna pubblicitaria

Mar, 03/06/2014 - 11:41

Tokyo, dopo aver lavorato per 10 ore consecutive molti cittadini si riversano nelle strade della città per assumere notevoli quantità di alcol. Alcuni esagerano e terminano la loro nottata sdraiati e svenuti lungo i marciapiedi, una pratica talmente comune da restare quasi inosservata a chi non si riduce in queste condizioni.

Lo Yaocho Bar ha voluto sfruttare questa "tradizione" trasformando gli ubriachi in testimonial della sua attività di ambient marketing denominata The Sleeping Drunks Billboard.

Una squadra composta da una decina di persone ha infatti organizzato un tour per la città alla ricerca di persone svenute sui marciapiedi, le ha circondate con del nastro isolante trasformando la scena in un poster pubblicitario, corredando il tutto con l’hashtag #nomisugi (troppo ubriaco) invitanto così i passanti a scattare e condividere foto sotto l’apposito hashtag.

via

addthis_url = 'http%3A%2F%2Fwww.bloguerrilla.it%2F2014%2F06%2F03%2Ftokyo-quando-un-bar-trasforma-gli-ubriachi-in-testimonial-della-sua-una-campagna-pubblicitaria%2F'; addthis_title = 'Tokyo%3A+quando+un+bar+trasforma+gli+ubriachi+in+testimonial+della+sua+una+campagna+pubblicitaria'; addthis_pub = '';
Categorie: esterni

Dangerdust: gli artisti delle citazioni che agiscono sulle lavagne

Mar, 20/05/2014 - 13:07

Non si conosce il loro volto, o meglio non lo conosciamo noi, ma al Columbus College of Art and Design se ne parla da almeno 6 mesi. Durante la notte, principalmente tra la domenica e il lunedì mattina, due studenti all’ultimo anno in Pubblicità e Graphic Design entrano all’Università e realizzano con gessi e sulle lavagne delle opere artistiche sensazionali, con la media di una a settimana.

Ogni singolo lavoro dura in media circa 11 ore: “scegliamo una citazione da una lista compilata dalle ricerche su Google e suggerimenti dagli amici, disegniamo una bozza grezza e poi ci mettiamo al lavoro usando gessetti normali”.

Incoraggiati anche da alcuni professori che hanno scoperto il loro talento, il duo "espone" i loro lavori anche su alcune piattaforme social network tra cui Instagram e Tumblr.

addthis_url = 'http%3A%2F%2Fwww.bloguerrilla.it%2F2014%2F05%2F20%2Fdangerdust-gli-artisti-delle-citazioni-che-agiscono-sulle-lavagne%2F'; addthis_title = 'Dangerdust%3A+gli+artisti+delle+citazioni+che+agiscono+sulle+lavagne'; addthis_pub = '';
Categorie: esterni

Coca-Cola e la cabina telefonica che funziona con i tappi di bottiglia

Mer, 14/05/2014 - 13:08

Quella che vi presento è un’operazione di marketing che doveva e poteva essere realizzata da una compagnia telefonica o da un’organizzazione no-profit. L’autore è invece la Coca-Cola e la sua irrefrenabile voglia di portare la felicità, apparente o meno, in giro per il mondo.

Nel sud est asiatico i lavoratori che percepiscono una paga di circa 6 dollari al giorno ne spendono circa 1 a minuto per telefonare ai propri cari, un gioco a perdere che li ha portati presto all’infelicità.

La Coca-Cola ha infatti inventato la prima cabina telefonica che va a tappi di bottiglia, la Hello Happiness Phone Booth permette a chi la utilizza di effettuare una chiamata internazionale della durata di 3 minuti solo inserendo un tappo di bottiglia di Coca-Cola al posto delle monete.

Sembra quasi un prodotto proveniente dal futuro, speriamo non sia stata rimossa appena terminate le riprese del video.

via

addthis_url = 'http%3A%2F%2Fwww.bloguerrilla.it%2F2014%2F05%2F14%2Fcoca-cola-e-la-cabina-telefonica-che-funziona-con-i-tappi-di-bottiglia%2F'; addthis_title = 'Coca-Cola+e+la+cabina+telefonica+che+funziona+con+i+tappi+di+bottiglia'; addthis_pub = '';
Categorie: esterni

Renault Twizy: così silenziosa da poter entrare all’Università

Mar, 13/05/2014 - 15:12

La Renautl Twizy è un’automobile elettrica che si contraddistingue per la sua notevole silenziosità. Quale luogo migliore per dimostrare sul campo la veridicità di questa affermazione se non una biblioteca universitaria?

Presso l’Università delle Scienze di Lisbona è andata così in scena la prima guida silenziosa, una vera e propria invasione giornaliera della piccola Twizy che senza farsi neanche notare ha girato tra i banchi degli studiosi presenti, attirando comunque l’attenzione dei presenti nonostante la sua ridotta dimensione.

Nutro ancora qualche dubbio sulla reale messa in scena dell’evento ovvero sulla estraneità ai fatti da parte dei presenti che sembrano invece delle comparse pagate.

addthis_url = 'http%3A%2F%2Fwww.bloguerrilla.it%2F2014%2F05%2F13%2Frenault-twizy-cos-silenziosa-da-poter-entrare-alluniversit%2F'; addthis_title = 'Renault+Twizy%3A+cos%26igrave%3B+silenziosa+da+poter+entrare+all%27Universit%26agrave%3B'; addthis_pub = '';
Categorie: esterni

Per vendere una lattina piccola ci vuole un chiosco piccolo

Lun, 12/05/2014 - 13:28

La Coca-Cola ha recentemente lanciato in Germania la nuova lattina da 0,15 ml.
Per renderlo noto, ha deciso di mettere in piedi un’attività di ambient marketing, posizionando dei chioschi in miniatura in alcuni punti strategici utili ad intercettare il pubblico di passaggio.
All’interno dei Coca-Cola Mini Kiosk alcuni venditori hanno intrattenuto coloro che si sono avvicinati a prendere la mini lattina dai mini distributori.

via

addthis_url = 'http%3A%2F%2Fwww.bloguerrilla.it%2F2014%2F05%2F12%2Fper-vendere-una-lattina-piccola-ci-vuole-un-chiosco-piccolo%2F'; addthis_title = 'Per+vendere+una+lattina+piccola+ci+vuole+un+chiosco+piccolo'; addthis_pub = '';
Categorie: esterni

Il finto incontro di MMA tra uomo e una donna: la campagna che ha indignato e fatto riflettere tutto il Brasile

Gio, 08/05/2014 - 11:34

In Brasile ogni 90 minuti 1 donna è vittima di abusi da parte di uomo. Per portare l’attenzione su questo annoso problema l’associazione di Rio de Janeiro Disque Denuncia, in collaborazione con Agência3, ha costruito una finta notizia riguardante il primo incontro di MMA che vede sfidarsi un uomo e una donna.

La notizia ha fatto in poco tempo il giro del Brasile anche perché supportata da associazioni sportive che hanno reso ancora più credibile la storia. Gli sfidanti Emerson Falcão e Juliana Velasquez hanno rilasciato interviste e sono stati ripresi durante l’allenamento nei giorni precedenti l’incontro.

Nel frattempo alcuni insorgono, arrivano mail di denuncia, insulti e indignazione dilagante tramite i social network, anche tra i colleghi di MMA, fino ai servizi televisivi e durante i telegiornali.

L’incontro è ormai imminente, le telecamere sono puntate sui due lottatori, l’evento è in live streaming su YouTube, ma proprio nel momento topico alcune persone espongono uno striscione: "questa lotta non avverrà qui, ma sta avvenendo ora in un’altra casa: denunica la violenza domestica".

L’arbitro pone fine all’incontro e i due lottatori si abbracciano. L’intero paese applaude e riflette su quanto appena visto.

addthis_url = 'http%3A%2F%2Fwww.bloguerrilla.it%2F2014%2F05%2F08%2Fil-finto-incontro-di-mma-tra-uomo-e-una-donna-la-campagna-che-ha-indignato-e-fatto-riflettere-tutto-il-brasile%2F'; addthis_title = 'Il+finto+incontro+di+MMA+tra+uomo+e+una+donna%3A+la+campagna+che+ha+indignato+e+fatto+riflettere+tutto+il+Brasile'; addthis_pub = '';
Categorie: esterni

L’opera itinerante di Paulo Grangeon: 1600 panda alla "conquista" delle principali città asiatiche

Mer, 07/05/2014 - 11:51

L’artista francesce Paulo Grangeon e il WWF continuano il loro viaggio in difesa dei panda in via di estinzione.

La sua installazione, realizzata con 1.600 panda di cartapesta, dopo aver visitato le principali città europee ha intrapreso un nuovo tour, tra il Taiwan e di fronte a monumenti e luoghi particolarmente significativi delle 10 principali città asiatiche.

via (ovviamente) BoredPanda

addthis_url = 'http%3A%2F%2Fwww.bloguerrilla.it%2F2014%2F05%2F07%2Flopera-itinerante-di-paulo-grangeon-1600-panda-alla-conquista-delle-principali-citt-asiatiche%2F'; addthis_title = 'L%27opera+itinerante+di+Paulo+Grangeon%3A+1600+panda+alla+%26quot%3Bconquista%26quot%3B+delle+principali+citt%26agrave%3B+asiatiche'; addthis_pub = '';
Categorie: esterni

La rivincita della bottiglia di champagne

Lun, 05/05/2014 - 18:07

Umiliate, insultate, denigrate, degradate e derise, le bottiglie di champagne vengono sfruttate e distrutte da centinaia di anni in occasione del battesimo di una nuova nave.

"E’ ora di finirla" avranno pensato i produttori tedeschi della Hanseatisches Wein & Sekt Kontor, che inaspettatamente bravi a fare champagne hanno deciso di prendersi una rivincita nei confronti delle navi.

Nel porto di Amburgo hanno così organizzato un grande evento che ha visto come protagonisti una bottiglia gigante di champagne verso la quale è stata lanciata e frantumata una piccola imbarcazione.

addthis_url = 'http%3A%2F%2Fwww.bloguerrilla.it%2F2014%2F05%2F05%2Fla-rivincita-della-bottiglia-di-champagne%2F'; addthis_title = 'La+rivincita+della+bottiglia+di+champagne'; addthis_pub = '';
Categorie: esterni

The Game of Time: come ci si sente nel corpo di una persona anziana?

Mer, 30/04/2014 - 11:52

E’ tempo di esperimenti anche per il quotidiano colombiano El Tiempo, preoccupato per la vita del proprio paese, al sesto posto nella classifica dei paesi maggiormente sedentari.

Il problema riguarda principalmente i giovani che non si rendono conto delle conseguenze che un tale stile di vita avrà nel loro futuro. Ecco che il quotidiano ha pensato di mettere in scena il seguente esperimento:

All’interno di un centro commerciale è stata riprodotta un’ambientazione casalinga e alcuni presenti sono stati invitati a seguire un percorso tipico mattutino, alzarsi dal letto, mettersi le scarpe, recarsi in bagno ed uscire di casa. Un percorso svolto in brevissimo tempo da tutti.

Il percorso si ripete da capo, ma questa volta i partecipanti indossano una tuta speciale che rallenta i movimenti del corpo, una tuta che da la sensazione alla persona che la indossa di trovarsi nel corpo di un ottantenne. Il tempo impiegato per svolgere il percorso è almeno triplicato sensibilizzando i presenti e chi ha partecipato al gioco.

addthis_url = 'http%3A%2F%2Fwww.bloguerrilla.it%2F2014%2F04%2F30%2Fthe-game-of-time-come-ci-si-sente-nel-corpo-di-una-persona-anziana%2F'; addthis_title = 'The+Game+of+Time%3A+come+ci+si+sente+nel+corpo+di+una+persona+anziana%3F'; addthis_pub = '';
Categorie: esterni

Manhattan, il negozio Gap e l’invasione dei 40 manichini umani

Mar, 29/04/2014 - 18:15

In pieno stile ImprovEverywhere, 40 agenti capitanati dall’immancabile Charlie Todd, si sono trasformati in manichini indossando una tuta elasticizzata di colore bianco ed hanno invaso il negozio Gap di Manhattan mandando in crisi impiegati e persone comuni per soli 10 minuti.

Una volta dato il segnale i 40 si sono coperti il volto con la tuta, sopra la quale hanno indossato tutti degli abiti marcati Gap e si sono posizionati accanto ai veri manichini.

Dopo lo smarrimento iniziale un impiegato Gap ha preferito rivolgersi alle autorità che prima hanno bloccato i 40 "manichini" per poi lasciarli andare sotto lo sguardo divertito dei presenti.

addthis_url = 'http%3A%2F%2Fwww.bloguerrilla.it%2F2014%2F04%2F29%2Fmanhattan-il-negozio-gap-e-linvasione-dei-40-manichini-umani%2F'; addthis_title = 'Manhattan%2C+il+negozio+Gap+e+l%27invasione+dei+40+manichini+umani'; addthis_pub = '';
Categorie: esterni

Not available on the App Store: storia di una campagna a favore della vita "reale"

Mar, 29/04/2014 - 11:55


“Because there isn’t an app for everything”.

Non c’è un app per tutto, i giochi per bambini, lo scivolo, l’altalena, un triciclo sono tutti oggetti appartenenti alla vita reale che difficilmente possono essere sostituiti con un’applicazione.

Questo è il messaggio diffuso dal progetto "Not on App Store", nato da pochi giorni attraverso un blog su Thumblr, dal quale ci invita a scaricare l’adesivo simbolo della campagna per attaccarlo su tutto quello che secondo noi non può essere trasformato in qualcosa di virtuale.

 

addthis_url = 'http%3A%2F%2Fwww.bloguerrilla.it%2F2014%2F04%2F29%2Fnot-available-on-the-app-store-storia-di-una-campagna-a-favore-della-vita-reale%2F'; addthis_title = 'Not+available+on+the+App+Store%3A+storia+di+una+campagna+a+favore+della+vita+%26quot%3Breale%26quot%3B'; addthis_pub = '';
Categorie: esterni

Patlabor, un robot gigante invade le strade di Tokyo

Lun, 28/04/2014 - 16:41

Non sarà Mazinga né Goldrake, certo è che i giapponesi sono rimasti esterrefatti di fronte la vista del robot Ingram AV-98, appartenente alla terza generazione di Patlabor (niente a che fare con la serie anime degli anni ‘90), che con la sua altezza di otto metri ha mandato in estasi i cittadini di Tokyo che si aggiravano nei pressi della stazione di Kichijoji.

addthis_url = 'http%3A%2F%2Fwww.bloguerrilla.it%2F2014%2F04%2F28%2Fpatlabor-un-robot-gigante-invade-le-strade-di-tokyo%2F'; addthis_title = 'Patlabor%2C+un+robot+gigante+invade+le+strade+di+Tokyo'; addthis_pub = '';
Categorie: esterni

Se tra i senzatetto ci fosse un tuo parente, lo riconosceresti?

Gio, 24/04/2014 - 16:44

Tra le vie di New York è andato in scena un esperimento sociale volto a dimostrare il totale disinteresse delle persone "comuni" nei confronti dei senzatetto.

Alcuni complici sono stati truccati e vestiti con panni sporchi e vecchi in modo da sembrare per l’appunto degli homeless, e si sono disposti sul marciapiede di una strada, non un marciapiede qualsiasi ma quello generalmente calpestato dai parenti dei complici durante una loro giornata tipo.

Nessuno tra mariti, nipoti, fratelli e cugini dei complici, passando loro di fronte, è riuscito a riconoscerlo in quelle vesti, o meglio nessuno si è accorto della loro presenza, gli homeless stanno diventando invisibili?

addthis_url = 'http%3A%2F%2Fwww.bloguerrilla.it%2F2014%2F04%2F24%2Fse-tra-i-senzatetto-ci-fosse-un-tuo-parente-lo-riconosceresti%2F'; addthis_title = 'Se+tra+i+senzatetto+ci+fosse+un+tuo+parente%2C+lo+riconosceresti%3F'; addthis_pub = '';

Categorie: esterni

Scherzi al McDrive: zombi, wrestler e astronauti consegnano i panini ai clienti

Mar, 15/04/2014 - 14:16

Fuori da un McDrive austriaco, i clienti sono diventati vittime inconsapevoli di una serie di scherzi messi in atto al momento della consegna del cibo.

Al posto dei classici commessi i clienti hanno trovato degli attori intenti a mettere in scena delle gag contornati da scenografie ricreate ad hoc: da due ragazzi che si baciano, ad una donna posseduta, passando per un wrestler che ha sfidato i clienti a braccio di ferro, un astronauta e un cantante rap affiancato da giovani groupie.

addthis_url = 'http%3A%2F%2Fwww.bloguerrilla.it%2F2014%2F04%2F15%2Fscherzi-al-mcdrive-zombi-wrestler-e-astronauti-consegnano-i-panini-ai-clienti%2F'; addthis_title = 'Scherzi+al+McDrive%3A+zombi%2C+wrestler+e+astronauti+consegnano+i+panini+ai+clienti'; addthis_pub = '';
Categorie: esterni

A Parigi le statue "indossano" le Reebok Pump

Mer, 09/04/2014 - 16:30

Sono passati 25 anni dalla nascita delle Reebok Pump, per celebrare il momento l’agenzia Mnstr ha messo le scarpe ad alcune Statue della città di Parigi in zone quali Trocadero, Sorbonne e Pont Alexandre III dando un’immagine più atletica persino a Giulio Cesare.

addthis_url = 'http%3A%2F%2Fwww.bloguerrilla.it%2F2014%2F04%2F09%2Fa-parigi-le-statue-indossano-le-reebok-pump%2F'; addthis_title = 'A+Parigi+le+statue+%26quot%3Bindossano%26quot%3B+le+Reebok+Pump'; addthis_pub = '';
Categorie: esterni

Fuck The Poor!

Mar, 08/04/2014 - 17:07

Scena 1: Un uomo in versione "uomo sandwich" si aggira per le strade di Londra indossando un cartello che lascia poco spazio all’immaginazione "Fuck the poor", per alimentare l’astio dei passanti lo stesso uomo inizia a distribuire volantini che confermano la sua ardita tesi: fuck the poor.

I passanti sono indignati, insultano l’uomo e qualcuno quasi gli mette le mani addosso dimostrando così il loro interesse per le persone povere.

Scena 2: l’esperimento continua, l’uomo sandwich modifica il cartello, la scritta si trasforma in "Help the poor", ma da parte dei passanti non c’è reazione alcuna, anzi comanda l’indifferenza più totale.

L’attività è firmata dall’organizzazione The Pilion Trust, che da anni si occupa dei problemi dei meno fortunati economicamente.

addthis_url = 'http%3A%2F%2Fwww.bloguerrilla.it%2F2014%2F04%2F08%2Ffuck-the-poor%2F'; addthis_title = 'Fuck+The+Poor%21'; addthis_pub = '';
Categorie: esterni